Il cantiere

 

NEWS: Storica & Metal Sign, le nuove linee

Esperienza, passione e, soprattutto, metodo. Giovanni Castagnola, maestro d’ascia, segue personalmente la costruzione a regola d’arte dei motoryacht in legno impostati nei cantieri a Lavagna. Non più di due all’anno: una scelta precisa per consentire alle maestranze di dedicare ad ogni imbarcazione il tempo e le attenzioni necessarie, garantendo la massima cura dei particolari strutturali, delle finiture e degli arredi.

La dedizione dei professionisti e la versatilità del legno garantiscono una soddisfazione “su misura” delle esigenze dell’armatore.
Castagnola è sinonimo di legno. La scelta delle essenze migliori è il primo passo per la realizzazione di uno yacht. Un triplo strato di mogano marino per i fasciami di fianchi e carena, incrociati, incollati tra loro e meticolosamente avvitati alle ordinate. L’iroko a lavorazione lamellare per la chiglia e il dritto di prua. Mogano pregiato per la costruzione di deriva, longheroni e correnti dello scafo.

Il teak, robusto e polifunzionale, è ideale per le tavole del ponte di coperta mentre il legno di frassino europeo è la scelta migliore per le ordinate. Tutti i compensati impiegati nella lavorazione sono omologati per l’utilizzo in ambiente marino.
Lo spessore del fasciame varia dai 24 ai 35 mm, a seconda delle dimensioni dello yacht e della potenza dei motori installati. Tutte le parti esterne delle imbarcazioni sono trattate con prodotti specifici che ne garantiscono l’impermeabilizzazione e la durata nel tempo. La carena dalla tipica forma a V, segreto delle prestazioni eccellenti dei motoryacht Castagnola, è il frutto della matita dell’inimitabile maestro d’ascia e di anni di attenti collaudi.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.